L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























lunedì 15 giugno 2009

Angela Corica

video




di Doriana Goracci, lunedì 15 giugno 2009, 23:36



Accadeva che avevo scritto " di una giornalista del quotidiano Calabria Ora, Angela Corica". Si era occupata delle vicende riguardanti lo smaltimento dei rifiuti a Cinquefrondi, in provincia di Reggio Calabria e sia pure senza precedenti intimidazioni, minacce telefoniche o scritte, era diventata oggetto di attenzione, per ciò che lei aveva redatto, con cinque colpi di pistola alla sua vettura, parcheggiata nei pressi dell’abitazione: succedeva un lunedì del 29 dicembre 2008".

Riaccade allo stesso giornale, Calabria Ora:stavolta si ricorre ad una lettera di minacce, spedita a Fabio Pistoia, corrispondente da Corigliano, nel Cosentino, del quotidiano sopra menzionato. Nella missiva c’era scritto: "non devi scrivere più di politica altrimenti farai una brutta fine".Il giornalista, subito dopo avere ricevuto la lettera, si è recato dai Carabinieri per sporgere denuncia e i Carabinieri svolgono accertamenti…
Cercando cosa ci sia stato di così temibile nell’informazione di questo ricattato giornalista mi imbatto in un suo articolo segnalato dal dott. Josè Spadea: "Tre ragazze della Sibaritide premiate in Argentina", datato 15 dicembre 2006. Il 1 giugno 2008 "Jazz sotto le stelle".
Il 15 aprile 2009, il giornalista scrive " Statua S. Francesco, il vescovo poserà la prima pietra .
Il 20 aprile 2009, Fabio Pistoia è tra i finalisti del Concorso di Letteratura e Poesia Cavalleresca, a Corigliano per un concorso di Letteratura e Poesia cavalleresca e religiosa dell’Universityof Oxford:"UN CALABRESE FRA I DIECI FINALISTI"
Per quanto vada avanti o indietro, tenendo conto che il giornalista ha 27 anni, trovo articoli che si occupano di letteratura, arte, teatro, ecologia…
Fabio è legato a Corigliano, uno per tutti il suo impegno a favore della Pro Loco, come moderatore, a gennaio 2009: Chiesa e Cultura con la Pro loco, conclusa “Presepi…amo”.
Come nel caso di Angela Corica, sul quotidiano Calabria Ora non vi è traccia di quanto successo a questo collaboratore della provincia di Cosenza, con la differenza che non mi è chiaro come si occupasse di "politica".
Diversamente appare quanto mai critica la situazione nel comune di Corigliano Calabro. Il sindaco Paola Galeone, è Commissario prefettizio, avvocato giornalista, dal 19 luglio 2006, componente della commissione Straordinaria del comune di Platì, sciolto per ingerenze della criminalità organizzata.
La pagina on line del Comune di Corigliano alla voce Prodotti Tipici, unica variazione all’elenco dei sub commissari di giunta, si presenta vuota, in bianco, nulla da menzionare.
Viceversa tra i coriglianesi illustri, sono molti i giornalisti menzionati tra l’800 e il ‘900.
In compenso nella scheda dei servizi alla voce "Difensore civico on line", si rimane a bocca asciutta. Nessuno pare sapere. Forse non è superfluo, in ogni caso, dare solidarietà al giovane giornalista e magari invitare Calabria Ora, a due righe, anche per gli internauti, di spiegazione e informazione. Tanto per non dire come ora, ieri e anche domani.

Doriana Goracci

http://www.contraconcept.org/politics/politics7.jpg









Come smaltire una giornalista: a Cinquefrondi in Calabria

di Doriana Goracci, mercoledì 31 dicembre 2008, 09:25

http://www.mikogiocattoli.com/toy_images/pistola.jpg

Accade che una giornalista del quotidiano Calabria Ora, Angela Corica, si sia occupata delle vicende riguardanti lo smaltimento dei rifiuti a Cinquefrondi, in provincia di Reggio Calabria e sia pure senza precedenti intimidazioni, minacce telefoniche o scritte, è diventata oggetto di attenzione, per ciò che lei aveva redatto, con cinque colpi di pistola alla sua vettura, parcheggiata nei pressi dell’abitazione, lunedì 29 dicembre.

Gli articoli sono stati acquisiti dalla polizia nell’ambito delle indagini avviate sull’intimidazione subite da Angela Corica.
La notizia è riportata dal Corriere e non su Calabria Ora, stasera almeno ma ne appaiano altre in prima pagina:
“Cutro, uccisi padre e figlio. Lite per questioni d’interesse: sparatoria in centro. Il killer si consegna: e’ ferito. Le due persone uccise, padre e figlio, sono Carmine e Antonio Arcuri, di 57 e 29 anni. Il duplice omicidio, avvenuto durante una sparatoria nel corso principale del paese, sarebbe il tragico epilogo di una lite per questioni d’interesse. Grande e’ ricoverato per la ferita al capo causata, pare, da un colpo d’ascia ricevuto durante la lite.

Loiero tuona contro Veltroni: «Pd al 32% grazie a me e lui mi abbandona». Consiglio, Piano scuola ok «Io abbandonato dai vertici del Pd? Mi riferivo a Veltroni e ai suoi piu’ stretti collaboratori e non al segretario regionale Minniti. Il partito in Calabria e’ al 32% grazie alla mia giunta». Lo precisa Loiero dopo l’intervista al Corriere della Sera. Ieri il Consiglio regionale ha approvato il Piano scuola.

Giallo a San Calogero, cacciatore assassinato in campagna Probabile un tentativo di rapina finito male. Oggi l’autopsia”

E’ tutto e non mi sembra poco.

Scrive il blog della Rassegna stampa Cinquefrondi: “Il gesto violento non colpisce soltanto Angela, ma tutti coloro che lavorano per una Cinquefrondi migliore, più vivibile e degna del suo passato. Esprimiamo ad Angela la solidarietà incondizionata dell’Edicola, mentre rivolgiamo alle istituzioni e alle associazioni un appello affinchè a un chiaro gesto intimidatorio si risponda con la forza della ragione, dell’onestà, e della speranza, e con una iniziativa che esprima vicinanza alla giornalista colpita e tuteli il diritto costituzionale a informare e a essere informati”.

Cinque colpi a Cinquefrondi, è un comune con cinque chiese, poco più di 6.400 abitanti, 5 angoli descritti da tale Giovanni Fiore nel 1691: “Questa Terra stà situata in un’amenissima pianura, partecipando più delle Montagne, che delle Marine e per ciò gode un’aere molto delizioso, e salubre, è circuito di forte muraglia, in forma di cinque Angoli, a ciascheduno dè quali, vi si vede una Torretta tonda, e molte mezze Torrette framezzate, benchè in parte diroccate dall’antichità e dall’insolenza dè tempi”.
I tempi sembrano sempre più insolenti, anche per un piccolo comune che si dichiara “Città per la Pace”.
Auguri Angela e a tutti i cinque e più angoli di mondo, che non vogliono nessuna guerra ma solo giustizia e dignità di vita.

Doriana Goracci

http://www.contraconcept.org/politics/politics7.jpg


Nessun commento: