L'informazione è il diffondere, il far conoscere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è solo propaganda. L'informazione è un diritto. L'informazione come possibilità di scelta.
Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).























mercoledì 30 dicembre 2009

ATO IDRICO Acque Potabili Siciliane







Uscire dall’APS si può!


La bolletta dell'acqua aumenta di 200 euro l'anno

Chiediamo che Consiglio Comunale di Isola delle Femmine discuta la revoca della delibera 48 del 2.11.01 con la quale il Comune di Isola delle Femmine rinunciando alla gestione della propria rete idrica di fatto aderiva alle ACQUE POTABILI SICILIANE.
USCIRE DALL'A.P.S. SI PUO' (non vorremmo dar credito alle voci rincorse pubblicamente in questi giorni circa l'assunzione da parte dell'APS a favore di "3 cittadini" di Isola delle Femmine)
Vogliamo togliere l’acqua dal mercato e i profitti dall’acqua.Vogliamo restituire questo bene comune alla gestione condivisa dei territori.Per garantirne l’accesso a tutte e tutti. Per tutelarlo come bene collettivo.Per conservarlo per le future generazioni.


NASCE L'ATO DELL'ACQUA DEL PALERMITANO




ATO IDRICO INADEMPIENTE 23 PROGETTI BLOCCATI
PALERMO Il CdA di Acque Potabili Siciliane, riunitosi ieri, ha confermato il proprio intendimento di attivare tutte le azioni, anche di tipo legale, a tutela della società e della sua continuità gestionale.
Le inadempienze contrattuali da parte dell’Autorità d’Ambito connesse agli obblighi previsti dalla sottoscritta Convenzione di gestione del servizio idrico integrato a favore della Provincia di Palermo, hanno impedito il sereno e compiuto svolgimento delle previste attività di gestione ed hanno al contempo fortemente contribuito, insieme ad un perdurante contesto non favorevole all’azione di Aps sul territorio, a determinare una perdita economica pari a oltre 13 milioni di euro, finora coperta dagli azionisti con aumenti di capitale.
Sin dallo scorso mese di marzo, nel corso di una conferenza stampa, Aps ha rappresentato alla Provincia e all’Autorità una lunga serie di ritardi, inefficienze e inadempienze. Tale situazione di disequilibrio gestionale è stata ribadita formalmente più volte fra settembre e novembre, con la contestuale proposta di adottare anche delle soluzioni tecniche utili a superare criticità e disequilibrio economico rinunciando a incidere sulla Clientela.
Parimenti è stato evidenziato che la mancata adozione di azioni correttive avrebbe messo a rischio il supporto delle banche finanziatrici ai necessari piani di investimento infrastrutturali programmati da Aps per modernizzare la rete di distribuzione idrica e di raccolta e trattamento dei reflui finalizzati a migliorare il servizio erogato.
Al contempo è stata sottolineata la deprecabile circostanza che molti degli investimenti programmati e già oggetto di progettazione esecutiva sono tuttora in attesa di definitiva approvazione da parte dell’Ato o di decretazione a cura dell’Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque: su 25 progetti esecutivi presentati da Aps per 37 milioni di euro, in due anni solo due di essi per 2,5 milioni di euro sono stati approvati e possono essere “cantierati”. Va ricordato che nel Piano d’Ambito il primo triennio prevedeva l’attivazione di investimenti per 324 milioni di euro.
Aps, società siciliana di nome e di fatto che conta nel proprio organico oltre 200 lavoratori siciliani, si avvale di fornitori del territorio ed ha da subito aderito al protocollo di legalità “Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa”. Aps ha finora provveduto a rispettare tutti gli impegni, come fra l’altro ha pubblicamente riconosciuto lo stesso Presidente della Provincia e Presidente dell’Ato, Giovanni Avanti, nella conferenza stampa del 2 luglio scorso a Bagheria, dicendo che “la nuova gestione del servizio idrico integrato in Provincia di Palermo sta rispondendo alle aspettative di qualità ed efficienza”.
Aps dal 2007 ad oggi, in assenza dell’approvazione dei progetti a suo tempo presentati, ha fatto ricorso allo strumento delle manutenzioni straordinarie e ha investito fondi propri per oltre 6 milioni di euro. Ha così potuto garantire la funzionalità del servizio, il contenimento delle perdite di rete e una fruizione del servizio idrico notevolmente migliorata in 38 Comuni raggiungendo l’obiettivo della continuità dell’erogazione idrica nelle 24 ore in ben 13 città.
Aps ha dimostrato impegno, efficienza e altissimo senso di responsabilità pur in presenza di un sistema infrastrutturale con condizioni operative di partenza inficiate da inefficienze secolari e da strutture inadeguate, obsolete e compromesse.
In particolare, Aps ha fatto rilevare che quanto prospettato in sede di gara è fortemente difforme dalla realtà incontrata durante questi primi due anni di gestione: fra le diverse incongruenze è d’uopo segnalare l’errato valore della stima dei consumi reali (55 metri cubi pro capite contro i 46 metri cubi reali), lo stato delle infrastrutture di rete (fra cui ben 2.500 non conformità in tema di sicurezza dei lavoratori addetti agli impianti), una maggiore incidenza dei costi per acquisto dell’acqua all’ingrosso, un maggior numero di contatori illeggibili, guasti o mancanti, la morosità al di sopra di livelli fisiologici ed il vastissimo fenomeno dell’abusivismo e dei furti di acqua.
Inoltre, Aps ha più volte evidenziato la mancata collaborazione sul fronte della fatturazione dei consumi. I casi di errori di “massa” nelle bollette, peraltro prontamente rimediati mediante l’istituzione di specifici sportelli dedicati ed il potenziamento del call center, si sono verificati solo nell’invio della prima bolletta e principalmente a causa di database e informazioni trasmessi dai precedenti gestori, di fatto errati, non adeguati, non aggiornati od incompleti.
Innumerevoli sono state le mancate o tardive trasmissioni di dati, i frequentissimi casi di seconde abitazioni intestate come prima residenza per usufruire indebitamente della tariffa agevolata, o l’impossibilità di accedere ai contatori per eseguire le letture, per non citare l’impossibilità di eseguire fatturazioni a forfait nei casi di assenza del misuratore ed una corretta gestione delle informazioni atte a definire l’assoggettamento/esenzione dall’addebito delle tariffe di depurazione e fognatura.
COMUNICATO STAMPA

SOCIETA’ ACQUE POTABILI S.P.A.: Acque Potabili Siciliane, società controllata da Acque Potabili, ha diffidato l’AATO 1 Palermo a ripristinare l’equilibrio economico e finanziario della gestione secondo i termini della Convenzione di Gestione e l’AATO 1 Palermo ha diffidato Acque Potabili Siciliane al pagamento del canone di concessione dichiarando di volersi avvalere della clausola risolutiva.

Acque Potabili Siciliane, controllata al 57% da Acque Potabili, ha rappresentato formalmente all’AATO 1 Palermo con varie note ed in ultimo, con proposta presentata in data 30 novembre, le criticità che impediscono il raggiungimento dell'equilibrio economico e finanziario proponendo, secondo i termini della Convenzione di Gestione, idonei rimedi volti al ripristino dello stesso. Successivamente, con atto del 16 dicembre, ha diffidato l’AATO 1 Palermo all’integrale accoglimento delle proposta di riequilibrio avvertendo che, in mancanza, la società adirà le sedi più idonee a tutela dei propri interessi.

Acque Potabili Siciliane ha rappresentato all’AATO 1 Palermo la proposta di riequilibrio del Piano d’Ambito avvalendosi della collaborazione delle banche finanziatrici Dexia-Crediop e Banca Intesa Infrastrutture e Sviluppo e dei rispettivi advisor tecnici e legali. Si osserva che il raggiungimento dell’equilibrio economico e finanziario costituisce, ai sensi dell’art. 23 della Convenzione di Gestione, un obbligo delle parti, ed è una condizione per la bancabilità del piano degli investimenti prevista dal contratto di finanziamento ponte stipulato con le stesse banche finanziatrici.

In sintesi, le criticità sono imputabili ai minori volumi rispetto a quelli attesi a Piano d’Ambito (elaborato sulla base delle informazioni rese disponibili dall’AATO 1 Palermo in sede di gara ed in particolare del Piano Sogesid e del relativo Addendum), alla prospettiva di un elevata morosità, non sanabile attraverso le azioni di recupero del credito e ai maggiori costi per effetto sia di sottostimate criticità relative alla situazione della struttura impiantistica, sia di sottostimati costi di approvvigionamento idrico. Tali criticità avrebbero peraltro uno specifico rimedio convenzionale posto che l’art. 19 regola la procedura di revisione tariffaria al fine di assicurare al gestore, ai sensi del citato art. 23, l’equilibrio economico e finanziario con automatismi specifici sia per il caso di minori volumi / ricavi, sia per maggiori costi di acqua all’ingrosso, sia per maggiori costi a valle dei risultati della ricognizione effettuata sul territorio.

Peraltro l’AATO 1 Palermo non ha fornito la necessaria collaborazione per sanare le menzionate criticità ed anzi, solo ad ottobre del 2009, con la stipula dell’accordo fra l’AATO 1 Palermo, AMAP (società che gestisce il servizio idrico nel Comune di Palermo e da questi controllata) ed Acque Potabili Siciliane, è stata completato l’assetto regolatorio necessario per conseguire gli obiettivi posti a base del Piano d’Ambito.

Il grave squilibrio ha determinato perdite cumulate molto rilevanti, che dall’avvio della gestione, avvenuto il 14 giugno 2007 con la sottoscrizione della Convenzione di Gestione, e fino al 30 settembre 2009 ammontano a oltre 13 € milioni, di cui 7,6 € milioni dal 1 gennaio al 30 settembre 2009. Tali perdite hanno obbligato i soci a continui aumenti di capitale.

A ciò si aggiunge che l’iter di approvazione dei progetti relativi agli investimenti per il miglioramento della rete e degli impianti, per l’ottenimento dei contributi previsti nel bando di gara, è in gravissimo ritardo atteso che, ad oggi, solo 2 ,per un importo di 2,5 milioni di euro, sui 25 progetti esecutivi presentati per complessivi 37 milioni di € sono stati definitivamente approvati, e potranno essere cantierati.

L’AATO 1 Palermo, oltre a non avviare alcuna delle attività necessarie a consentire al gestore Acque Potabili Siciliane il raggiungimento dell’equilibrio economico e finanziario, ha chiesto, in data 23 dicembre 2009, ad Acque Potabili Siciliane il pagamento di 5,8 € milioni per il canone di concessione relativi al triennio 2007- 2009, dichiarando che, in mancanza, intende avvalersi della clausola risolutiva espressa prevista dall’art. 40 della Convenzione di Gestione e di avvalersi della facoltà di escussione della polizza fidejussoria, di cui all’art. 37 della Convenzione di gestione, rilasciata da Acque Potabili S.p.A. come mandataria dell’ATI che ha partecipato alla gara.

Si osserva che relativamente al canone di concessione è tuttora pendente un contenzioso fra l’AATO 1 Palermo e Acque Potabili Siciliane, atteso che, fra l’altro, la corresponsione di tale importo è in violazione dell’art. 153 del D.lgs. n. 152/2006 in cui si stabilisce che "le infrastrutture idriche di proprietà degli enti locali sono affidate in concessione d’uso gratuita, per tutta la durata della gestione, al gestore del servizio idrico integrato".

Acque Potabili Siciliane è aggiudicataria della gara per la gestione del servizio idrico e per la realizzazione degli investimenti dell’ATO 1 Palermo. Il raggiungimento degli obiettivi previsto nel Piano d’Ambito è possibile solo in un quadro caratterizzato da stabilità e certezza delle regole poste alla base della gara del servizio. Al 30 settembre 2009 i Comuni gestiti da Acque Potabili Siciliane sono stati 52 degli 81 appartenenti all’ATO 1 Palermo (ad eccezione del Comune di Palermo). Gli utenti serviti sono stati 137.548 pari a circa il 70% della totalità delle utenze, mentre gli abitanti serviti sono 430.394 su un dato complessivo di 580.212 (ossia il 74% dei residenti).

Il CdA di Acque Potabili Siciliane, tenutosi in data odierna, ha approvato ogni azione legale a tutela della propria integrità patrimoniale e dei propri diritti convenzionali. Acque Potabili provvederà ad informare tempestivamente il mercato circa l’evoluzione del contenzioso fra la controllata Acque Potabili Siciliane e l’AATO 1 Palermo.

Torino, 29 dicembre 2009

Contact: Barabino & Partners Investor Relator

Roberto Stasio Francesco Sava

Tel. 010.272.50.48 e-mail: francesco.sava@apotabili.it

e-mail: r.stasio@barabino.it Flavio Grozio

Donata Astengo e-mail: flavio.grozio@apotabili.it

Tel. 02.72.02.35.35 Tel.: 011.55941

e-mail: d.astengo@barabino.it

Tel. 010.272.50.48

Il comunicato è disponibile sul sito internet www.acquepotabilispa.it.

Il comunicato stampa è altresì disponibile anche sul sito www.barabino.it dove può essere scaricato dalla sezione "Notizie in tempo reale". Inoltre tutta la documentazione sulla società (cartella stampa, comunicati precedenti, materiale fotografico, ecc.) è disponibile nella sezione "Ufficio Stampa on Line" dello stesso sito.




http://www.acquepotabilispa.it/files/stampa/SAP%20Comunicato%20Stampa%20CdA%2029-12-09%20APS.pdf

5 Novembre 2009 -

Comunicato Stampa approvazione rendiconto intermedio di gestione al 30 settembre 2009

COMUNICATO STAMPA

SOCIETA’ ACQUE POTABILI S.P.A: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 30 settembre 2009.

Ricavi consolidati pari a 57,6 milioni di Euro, (+11,4% vs 51,7 mln di Euro del 30/9/2008), margine operativo lordo (EBITDA) di 7,2 milioni di Euro (vs 7,7 mln di Euro del 30/9/2008), risultato operativo (EBIT) negativo di -2,9 milioni di Euro (vs il risultato negativo di -1,9 mln di Euro al 30/9/2008). Risultato netto negativo di 4,9 milioni di Euro (vs il dato negativo di 1,4 mln di Euro al 30/9/2008) influenzato principalmente dallo squilibrio gestionale di Acque Potabili Siciliane S.p.A..

Il Consiglio di Amministrazione di Società Acque Potabili ha approvato i risultati consolidati relativi al 30 settembre 2009.

Il Gruppo Acque Potabili al 30/9/2009 ha registrato ricavi totali pari a 57,6 milioni di Euro, in aumento dell’11,4% rispetto ai 51,7 milioni di Euro raggiunti nello stesso periodo dell’anno precedente. Il margine operativo lordo (EBITDA) passa dai 7,7 milioni di Euro realizzati al 30/9/2008 ai 7,2 milioni di Euro registrati al 30/9/2009, il risultato operativo (EBIT) passa da -1,9 milioni di Euro del 30/9/2008 a -2,9 milioni di Euro al 30/9/2009.

Il risultato netto del Gruppo al 30 settembre 2009 risulta negativo di 4,9 milioni di Euro rispetto al dato negativo di 1,4 milioni di Euro registrato al 30/6/2008, influenzato principalmente dallo squilibrio gestionale di Acque Potabili Siciliane S.p.A. - società consolidata a bilancio al 52% e gestore del servizio idrico integrato dell’ATO di Palermo - e in particolare dalla perdita, registrata dalla stessa, pari a 3,9 milioni di Euro.

Scendendo nell’analisi dei dati, tali risultati beneficiano dell’aumento dei ricavi grazie all’apporto di Acque Potabili Siciliane e alle maggiori prestazioni per servizi. Tuttavia risentono ancora degli incrementi dei costi delle materie prime e in particolare dell’acquisto di acqua all’ingrosso.

Dal punto di vista industriale, al 30 settembre 2009 il gruppo ha venduto 74,5 milioni di metri cubi di acqua con un aumento del 9,9% rispetto ai 67,8 milioni di metri cubi dello stesso periodo dell’anno precedente mentre i clienti acqua hanno registrato un incremento del 12,9% passando da 334.699 unità al 30 settembre 2008 alle 377.870 unità – corrispondenti ad un aumento di 1,1 milioni di abitanti serviti - al 30 settembre 2009.

Gli investimenti nei primi 9 mesi dell’anno sono stati pari a 13,6 milioni di Euro mentre al 30 settembre 2008 si erano attestati a 9,7 milioni di Euro.

La posizione finanziaria netta del Gruppo al 30 settembre 2009 è negativa per 41,9 milioni di Euro ma in miglioramento sia rispetto ai -42,8 milioni di Euro del 31/12/2008 che rispetto ai -44,8 milioni di Euro del 30/9/2008.

Dal punto di vista strategico, il Gruppo Acque Potabili ha continuato la sua gestione da un lato per linee interne, valorizzando le proprie concessioni attraverso accordi con le Autorità d’Ambito locali e dismettendo quelle non strategiche e/o in disequilibrio economico e, dall’altro, per linee esterne, promuovendo lo sviluppo della controllata Acque Potabili Siciliane S.P.A..

A tale proposito, si segnala l’approvazione in data 7 agosto 2009 delle nuove linee strategiche

di Acque Potabili Siciliane S.p.A. che prevedono la sospensione temporanea della presa in carico della gestione idrica dei comuni, il contenimento dei costi e l’adozione di adeguate azioni legali a tutela degli interessi di Acque Potabili Siciliane. Occorre evidenziare che, in data 8 ottobre 2009, Acque Potabili Siciliane, AMAP S.p.A. - ex Azienda Municipalizzata Acquedotto di Palermo - e l’Ambito Territoriale Ottimale 1 Palermo hanno siglato il contratto di servizio che, con decorrenza 1° gennaio 2009, regola, tra l’altro, il versamento a favore di APS di quota parte della tariffa applicata da AMAP agli utenti della città di Palermo.

Acque Potabili Siciliane S.p.A. ha peraltro avviato con l’ATO 1 Palermo le procedure necessarie per negoziare una complessiva revisione del Piano d’Ambito atta a ristabilire il riequilibrio economico della gestione con il supporto delle banche finanziatrici Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo S.p.A. – Dexia S.p.A. e dei relativi consulenti.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Flavio Grozio dichiara ai sensi del comma 2 dell’articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa societaria contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

Contact:

Barabino & Partners Investor Relator

Donata Astengo Francesco Sava

e-mail: d.astengo@barabino.it e-mail: francesco.sava@apotabili.it

Tel. 010.272.50.48 Flavio Grozio

e-mail: flavio.grozio@apotabili.it

Tel.: 011.55941

Il comunicato stampa è disponibile sul sito aziendale www.acquepotabilispa.it .

Il comunicato stampa è disponibile anche sul sito www.barabino.it dove può essere scaricato dalla sezione "Notizie in tempo reale".

Inoltre tutta la documentazione sulla società (cartella stampa, comunicati precedenti, materiale fotografico, ecc.) è disponibile nella sezione "Ufficio Stampa on Line" dello stesso sito.

Torino, 5 novembre 2009



http://www.acquepotabilispa.it/files/stampa/Comunicato%20Stampa%20approvazione%20rendiconto%20intermedio%20di%20gestione%20al%2030%20settembre%202009.pdf


9 Ottobre 2009 - Comunicato stampa accordo tra APS, ATO Palermo e AMAP

COMUNICATO STAMPA

SOCIETA’ ACQUE POTABILI S.P.A.: firmato il contratto di servizio tra Acque Potabili Siciliane, ATO Palermo e Amap (gestore servizio idrico nella città di Palermo).

Acque Potabili Siciliane (APS), società, partecipata al 52% da Acque Potabili, aggiudicataria nel 2007 della gara indetta per la gestione del servizio idrico nella provincia di Palermo, AMAP S.p.A., ex Azienda Municipalizzata Acquedotto di Palermo e l’Ambito Territoriale Ottimale 1 Palermo hanno siglato il contratto di servizio che, con decorrenza 1° gennaio 2009, regola, tra l’altro, il versamento a favore di APS di quota parte della tariffa applicata da AMAP agli utenti della città di Palermo.

Ciò consentirà ad Acque Potabili Siciliane di operare in un quadro regolatorio completo, rispondente a quanto la società ha sottoscritto, nel giugno del 2007, al momento dell’assegnazione del bando di gara per la gestione del servizio idrico integrato nella provincia di Palermo.

Tale atto inoltre permetterà ad APS di effettuare investimenti infrastrutturali anche a favore della Città di Palermo, di applicare la stessa logica tariffaria su tutto il territorio dell’Ambito nonché di sviluppare auspicabili sinergie fra i due soggetti gestori di riferimento del panorama idrico palermitano.

Si precisa che Acque Potabili Siciliane, al fine di conseguire l’equilibrio economico-finanziario previsto nel piano d’ambito, ha avviato con l’Autorità d’Ambito di Palermo le necessarie azioni per superare le criticità gestionali riscontrate, che impediscono il raggiungimento dell’equilibrio economico finanziario, rispetto a quanto riportato nel piano d’ambito stesso.

Ricordiamo che la gestione del servizio idrico integrato coinvolgerà a regime gli 82 comuni della provincia palermitana per complessivi 1,2 milioni di abitanti. Attualmente, il territorio gestito da APS ed AMAP interessa oltre l’87% della popolazione dell’intero Ambito Territoriale Ottimale, servita attraverso un reticolo di oltre 2.200 km di reti idriche, 1.500 km di collettori e fognature che recapitano reflui ad una cinquantina di impianti di depurazione.

Il piano trentennale degli investimenti prevede su tutto il territorio provinciale interventi infrastrutturali per 853 milioni di euro, finalizzati al miglioramento dell’efficienza della distribuzione idrica e del trattamento dei reflui e alla salvaguardia dell’ambiente e delle riserve d’acqua.

Il piano dei prossimi cinque anni programma interventi per 324 milioni.

A livello occupazionale, la gestione del servizio idrico integrato impiega attualmente circa 900 addetti fra dipendenti di APS e di AMAP.

Contact: Barabino & Partners Investor Relator

Roberto Stasio Francesco Sava

e-mail: r.stasio@barabino.it e-mail: francesco.sava@apotabili.it

Donata Astengo Flavio Grozio

e-mail: d.astengo@barabino.it e-mail: flavio.grozio@apotabili.it

Tel. 010.272.50.48 Tel.: 011.55941

Il comunicato stampa è disponibile sul sito aziendale www.acquepotabilispa.it

Il comunicato stampa è disponibile anche sul sito www.barabino.it dove può essere scaricato dalla sezione "Notizie in tempo reale".

Inoltre tutta la documentazione sulla società (cartella stampa, comunicati precedenti, materiale fotografico, ecc.) è disponibile nella sezione "Ufficio Stampa on Line" dello stesso sito.

Torino, 9 ottobre 2009

http://www.acquepotabilispa.it/files/stampa/COMUNICATO_STAMPA_ACCORDO_TRA_APS,_ATO_PALERMO_E_AMAP.pdf

COMUNICATO STAMPA

SOCIETA’ ACQUE POTABILI S.P.A: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 30 giugno 2009.

Ricavi consolidati pari a 39,7 milioni di Euro, (+11,9% vs 35,5 mln di Euro del 30/6/2008), margine operativo lordo (EBITDA) di 7,2 milioni di Euro (+ 35,5% vs 5,3 mln di Euro del 30/6/2008), risultato operativo (EBIT) di 452 mila Euro (vs il risultato negativo di -1,9 mln di Euro al 30/6/2008). Risultato netto negativo di 904 mila Euro (vs il dato negativo di 687 mila Euro al 30/6/2008) influenzato dallo squilibrio gestionale di Acque Potabili Siciliane S.p.A. e dall’assenza dei benefici fiscali inerenti l’applicazione dell’imposta sostitutiva.

Il Gruppo Acque Potabili al 30/6/2009 ha registrato ricavi totali pari a 39,7 milioni di Euro, in aumento dell’11,9% rispetto ai 35,5 milioni di Euro raggiunti nello stesso periodo dell’anno precedente. Il margine operativo lordo (EBITDA) registra una crescita pari al 35,5% passando dai 5,3 milioni di Euro realizzati al 30/6/2008 ai 7,2 milioni di Euro registrati al 30/6/2009, il risultato operativo (EBIT) passa dai negativi 1,9 milioni di Euro del 30/6/2008 al risultato positivo di 452 mila Euro al 30/6/2009. Il risultato netto del Gruppo al 30 giugno 2009 risulta negativo di 904 mila Euro rispetto al dato negativo di 687 mila Euro registrato al 30/6/2008 per effetto dello squilibrio gestionale di Acque Potabili Siciliane S.p.A. e per l’assenza dei benefici fiscali inerenti l’applicazione dell’imposta sostitutiva con la conseguente liberazione delle imposte differite. L’oscillazione dei valori in assoluto è connessa al progressivo ampliarsi dell’attività di Acque Potabili Siciliane S.p.A.

Questi in sintesi i principali dati riferiti al primo semestre 2009 approvati dal Consiglio di Amministrazione di Società Acque Potabili riunitosi oggi a Torino sotto la presidenza di Luigi Luzzati.

Scendendo nell’analisi dei dati, tali risultati beneficiano dell’aumento dei ricavi grazie all’apporto di Acque Potabili Siciliane S.p.A. - società consolidata a bilancio al 52% e gestore del servizio idrico integrato dell’ATO di Palermo -e dell’assenza di parte degli oneri delle concessioni nel Comune di Crotone. Tuttavia risentono ancora degli incrementi dei costi delle materie prime - in particolare dell’acqua all’ingrosso - e dello squilibrio gestionale di Acque Potabili Siciliane S.p.A dovuto alla incompleta approvazione della struttura tariffaria prevista in sede di gara.

Dal punto di vista industriale, al 30 giugno 2009 il gruppo ha venduto 48,17 milioni di metri cubi di acqua con un aumento del 3,3% rispetto ai 46,6 milioni di metri cubi del primo semestre 2008 mentre i clienti acqua hanno registrato un incremento del 13,7% passando da 331.701 unità al 30 giugno 2008 a 377.364 unità (che corrispondono a più di 1,1 milioni abitanti serviti) al 30 giugno 2009.

Gli investimenti al 30 giugno 2009 sono stati pari a 7,7 milioni di Euro mentre al 30 giugno 2008 si erano attestati a 6,2 milioni di Euro.

La posizione finanziaria netta del Gruppo al 31 marzo 2009 è negativa per 41,3 milioni di Euro in miglioramento rispetto ai -42,8 milioni di Euro del 31/12/2008 e rispetto ai -47,6 milioni di Euro del 30/6/2008.

Dal punto di vista strategico, il Gruppo Acque Potabili ha agito da un lato per linee interne valorizzando le proprie concessioni attraverso accordi con le Autorità d’Ambito locali e

dismettendo quelle non strategiche e/o in disequilibrio economico avviato dal Gruppo e dall’altro per linee esterne promuovendo lo sviluppo della controllata Acque Potabili Siciliane S.P.A..

In tale logica, si segnala la dismissione in data 30 aprile 2009 delle concessioni nel Comune di Crotone e l’approvazione in data 7 agosto 2009 delle nuove linee strategiche di Acque Potabili Siciliane S.p.A.. che, a causa del ritardo nella stipula del Contratto di Servizio, prevedono la sospensione temporanea della presa in carico dei comuni, il contenimento dei costi e l’adozione di adeguate azioni legali a tutela degli interessi di Acque Potabili Siciliane.

A livello prospettico, la società prevede per l’esercizio 2009 un andamento in miglioramento, per effetto degli incrementi tariffari e della piena applicazione degli accordi con l’ATO torinese. Il risultato netto, tuttavia sarà prevedibilmente ancora influenzato dalla operatività di Acque Potabili Siciliane S.p.A. Inoltre Acque Potabili stima che gli investimenti complessivi nel 2009 raggiungeranno circa 14,3 milioni di Euro e i metri cubi di acqua venduta dovrebbero raggiungere i 107 milioni di metri cubi.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Flavio Grozio dichiara ai sensi del comma 2 dell’articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa societaria contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

Contact: Barabino & Partners Investor Relator

Roberto Stasio Francesco Sava

e-mail: r.stasio@barabino.it e-mail: francesco.sava@apotabili.it

Donata Astengo Flavio Grozio

e-mail: d.astengo@barabino.it e-mail: flavio.grozio@apotabili.it

Tel. 010.272.50.48 Tel.: 011.55941

Il comunicato stampa è disponibile sul sito aziendale www.acquepotabilispa.it

Il comunicato stampa è disponibile anche sul sito www.barabino.it dove può essere scaricato dalla sezione "Notizie in tempo reale".

Inoltre tutta la documentazione sulla società (cartella stampa, comunicati precedenti, materiale fotografico, ecc.) è disponibile nella sezione "Ufficio Stampa on Line" dello stesso sito.

Torino, 27 agosto 2009

http://www.acquepotabilispa.it/files/stampa/COMUNICATO%20STAMPA%20Approvazione%20semestrale%20al%2030%20giugno%202009.pdf


COMUNICATO STAMPA

SOCIETA’ ACQUE POTABILI S.P.A.:: approvato il Contratto di Servizio fra l’Autorità dell’ATO1 Palermo, Acque Potabili Siciliane S.p.A. e AMAP S.p.A..

Tale atto consentirà ad Acque Potabili Siciliane di effettuare investimenti infrastrutturali a favore della Città di Palermo, di applicare la stessa logica tariffaria su tutto il territorio del’Ambito e di sviluppare auspicabili sinergie

fra i gestori.

Il 9 luglio 2009, la Conferenza dei Sindaci dell’ATO1 Palermo ha approvato il Contratto di Servizio fra l’Autorità dell’Ambito Territoriale Ottimale 1 - Palermo, Acque Potabili Siciliane S.p.A. (APS S.p.A.) e la ex Azienda Municipalizzata Acquedotto di Palermo, ora AMAP S.p.A..

Il Contratto definisce e coordina i rapporti fra l’Autorità, il Soggetto Gestore aggiudicatario dell’affidamento del servizio idrico integrato all’interno della provincia di Palermo (APS) e l’azienda municipalizzata palermitana (AMAP).

Tale atto consentirà ad APS di effettuare investimenti infrastrutturali anche a favore della Città di Palermo, di applicare la stessa logica tariffaria su tutto il territorio dell’Ambito nonché di sviluppare auspicabili sinergie fra i due soggetti gestori di riferimento del panorama idrico palermitano.

La gestione del servizio idrico integrato coinvolgerà a regime gli 82 comuni della provincia palermitana per complessivi 1,2 milioni di abitanti. Attualmente, il territorio gestito da APS ed AMAP interessa oltre l’87% della popolazione dell’intero Ambito Territoriale Ottimale, servita attraverso un reticolo di oltre 2.200 km di reti idriche, 1.500 km di collettori e fognature che recapitano reflui ad una cinquantina di impianti di depurazione.

A livello occupazionale, la gestione del servizio idrico integrato impiega attualmente circa 900 addetti fra dipendenti di APS e di AMAP.

Il piano degli investimenti d’ambito previsto a base di gara è pari ad oltre 850 milioni di Euro e la sottoscrizione dell’accordo faciliterà anche la rapida realizzazione di importanti opere nella Città di Palermo fra cui l’adeguamento del depuratore di Acqua dei Corsari, destinato ad assicurare il

collettamento ed il corretto trattamento dei reflui palermitani e garantendo, al contempo, il miglioramento della balneabilità delle aree interessate dal deflusso del depuratore.

Fra gli obiettivi di breve termine che APS ha in corso: la continuità del servizio di erogazione mediante l’eliminazione della turnazione sull’intero territorio, la riduzione delle perdite di rete, la progressiva copertura del servizio in centri e nuclei non ancora raggiunti.

Contact: Barabino & Partners Investor Relator

Roberto Stasio Francesco Sava e-mail: r.stasio@barabino.it e-mail: francesco.sava@apotabili.it

Donata Astengo Flavio Grozio e-mail: d.astengo@barabino.it e-mail: flavio.grozio@apotabili.it Tel. 010.272.50.48 Tel.: 011.55941

Il comunicato stampa è disponibile sul sito aziendale www.acquepotabilispa.it

Il comunicato stampa è disponibile anche sul sito www.barabino.it dove può essere scaricato dalla sezione "Notizie in tempo reale".

Inoltre tutta la documentazione sulla società (cartella stampa, comunicati precedenti, materiale fotografico, ecc.) è disponibile nella sezione "Ufficio Stampa on Line" dello stesso sito.

Torino, 10 luglio 2009



http://www.acquepotabilispa.it/files/documenti/COMUNICATO_STAMPA_-_Approvazione_contratto_di_servizio_ATO1_Palermo,_APS_e_AMAP.pdf

Comune di Isola delle Femmine - Presa in carico



Comune di Isola delle Femmine - Presa in carico (100%)

in data 03.06.2009 è stato siglato il verbale di presa in consegna di opere ed impianti per la gestione del Servizio Idrico Integrato del Comune di Isola delle Femmine.



http://www.acquepotabilisiciliane.it/index.php?mact=News,cntnt01,detail,0&cntnt01articleid=66&cntnt01returnid=161



25 gennaio 2010 “Sindaco” Portobello Professore Gaspare Portobello TACE, come sempre, mentre Tutti i Sindaci lamentano disservizi Acque Potabili Aiello, Vota SI Conto Consuntivo 2008



http://www.atoidricopalermo.it/file/conferenze//Verb.Conf.del%2022%20e%2025.01.10%20in%201a-2a%20e%203a%20Conv.pdf



4 settembre 2006 Longo di Capaci Rappresenta Isola



6 Dicembre 2007 “Sindaco” Gaspare Portobello Professore non comunica tariffa



29 gennaio 2008”Sindaco” Portobello Professore Gaspare SI Bil Prev 08, Triennio e Missione Europa Sindaci



10 marzo 2008 “Sindaco” Portobello Prof Gaspare No opere Triennali Isola Struttura Tariffe?



5 Novembre 2008 “Sindaco” Portobello Professore Gaspare SI alla struttura Tariffaria Proposta SI alle modalità di Trasferimento dipendenti SI SIGNORE

Comune di Isola delle Femmine - Presa in carico



Comune di Isola delle Femmine - Presa in carico (100%)

in data 03.06.2009 è stato siglato il verbale di presa in consegna di opere ed impianti per la gestione del Servizio Idrico Integrato del Comune di Isola delle Femmine.



http://www.acquepotabilisiciliane.it/index.php?mact=News,cntnt01,detail,0&cntnt01articleid=66&cntnt01returnid=161



21 Luglio 2009 “Assessore” Aiello Paolo SI Bilancio Previsione 09, SI Bilancio Consuntivo 07 SI SIGNORE

ATO IDRICO Acque Potabili Siciliane


L'ACQUA IN SICILIA

Relazione Rendiconto Acque Potabili Siciliane 9/09

ACQUA PUBBLICA, RIPRENDIAMOCI IL FUTURO!

Convenzione di Cooperazione dell'ATO 1 Palermo Stefano Bologna

domenica 27 dicembre 2009

Affidamento servizio di soggiorno in favore degli anziani a Praga

Affidamento servizio di soggiorno in favore degli anziani a Praga.

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE Provincia di Palermo

SERVIZIO 2° “ATTIVITA’ SOCIO - ASSISTENZIALI”

N. 134 DEL 16/12/2009 del Registro del Servizio

DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL 6° SETTORE N.78 DEL 18/12/2009

Oggetto: Affidamento servizio di soggiorno in favore degli anziani a Praga.

IL CAPO SETTORE

Visto l’art.51 della legge 8/6/1990, 142, recepita dall’art.1 della L.R. 11dicembre 1991, n.48;

Visto l’art.3 del D.Lgs. 3 febbraio 1993, n.29;

Visto l’art.6 della legge 15 maggio 1997, n.77;

Visto l’art.2 della L.R. 7 Settembre 1998, n.23;

Dato atto che la struttura organizzativa dell’Ente si articola in Settore e Servizi;

Visto il c.b.;

Ritenuta, pertanto, la propria competenza in merito all’oggetto, ai sensi della normativa sopra richiamata e per i motivi sopra indicati;

Richiamata la L.R.22/86 e successive modifiche ed integrazioni sul riordino dei servizi socio-assistenziali

in Sicilia;

Premesso che l’Amministrazione Comunale, ai sensi delle LL.RR.22/86 e 14/86, eroga da diversi anni, i servizi di soggiorni-vacanze ed attività ricreative in favore dei cittadini della terza età, residenti in questo Comune;

Che, anche per l’anno in corso intende programmare un soggiorno-vacanza della durata di sei giorni in favore di circa n.50 anziani;

Che, a tal fine, con nota prot.19153 del 01/12/2009, sono state invitate n.5 ditte a fare pervenire la propria migliore offerta per l’organizzazione di una soggiorno a Praga, secondo il programma allegato alla lettera d’invito;

Che, alla data stabilita, è pervenuta una sola busta contenente l’ offerta, da parte della ditta “Conca d’Oro Viaggi”, con sede in Piazza Indipendenza n.41, Palermo;

Che in data 16/12/2009, si è provveduto all’apertura della busta, redigendo apposito verbale che si allega alla presente determinazione;

Visto l’allegato verbale, dal quale si rileva che la Ditta “Conca D’Oro Viaggi” offre i servizi richiesti per l’importo pro-capite di € 698,00 compresa IVA;

Ritenuta l’offerta conveniente per l’A.C.;

Ritenuto, pertanto, di potere affidare l’organizzazione del soggiorno in favore degli anziani alla sopracitata ditta “Conca d’Oro Viaggi” ;

DETERMINA

1. Per le considerazioni e ragioni indicate in premessa , di affidare alla ditta “Conca d’Oro Viaggi” con sede in Piazza Indipendenza n.41, Palermo, l’organizzazione di un soggiorno-vacanza in favore di n.50 persone , ( anziani più accompagnatori), da realizzarsi a Praga, approvando il preventivo di spesa presentato dalla suddetta ditta, dell’importo

pro-capite di € 698,00 IVA compresa;

2. Impegnare la somma complessiva di € 34.900,00= IVA compresa, come segue:

€ 5.600,00= sul cap.lo 1412.04 “Servizi socio-assistenziali L.R. 6/97, soggiorni-vacanza ed attività ricreative in favore

degli anziani “ che presenta la necessaria disponibilità. IM. N.1586 del 2009;

Per l’impegno di spesa relativo all’importo di € 29.300,00 si procederà con successivo provvedimento del C.S. dopo l’approvazione del bilancio di previsione anno 2010.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO IL CAPO SETTORE

R. NOTARSTEFANO NUNZIA PIRRONE

Si attesta la regolarità contabile e la relativa copertura finanziaria ai sensi degli artt. 49 e 51 del D.Lgs. n.267/2000.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

RAG. BIAGIO FONTANETTA

Affidamento servizio di soggiorno in favore degli anziani a Praga.

Atto numero 78 del 18-12-2009

Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE SERVIZI SOCIALI CULTURA E ASSISTENZA

Allegato: 78.pdf (24 kb)


martedì 22 dicembre 2009

PORTO Isola delle Femmine Valutazione Incidenza Ambientale

DECRETO 1298 VALUTAZIONE INCIDENZA AMBIENTALE PORTO ISOLA DELLE FEMMINE





















*TAR Ciampolillo/Comune Isola axxolto ricorso 170/2010

ULTIMISSIME

Vai ai links degli argomenti trattati: Fatti e misfatti di Isola delle Femmine, Voto di Scambio, Elezioni Amministrative, Mercomonio dei Voti, Mafia e Antimafia, SICAR: affitto uso transazione contenzioso incendio, Economia Isolana, Italcementi, Ambiente, Denunce, Querele, Esposti, , Libera Informazione, Clientelismo, Delibere, determine, Bilanci, Rifiuti………



*ADOZIONE P.R.G. PRG 30.10.09
*Commissione Edilizia Comune Isola delle Femmine
*Commissione Edilizie Comunali Compiti e Competenze
*P.R.G. ISOLA ADOTTATO TAVOLE
*PIANO REGOLATORE GENERALE VISUALIZZAZIONE EMENDAMENTI
*RICHIESTA ASSESSORATO DEROGA VINCOLO 150 METRI
*Scioglimenti Cons. Comun. per manata adozione PRG

*Ufficio Tecnico Comunale Isola delle Femmine

*TAR Ciampolillo/Comune Isola axxolto ricorso 170/2010

*San Fratello Sprofonda
*PROGETTO SANFRATELLO

*Solo gli STOLTI non cambiano idea

*Circolare 2/79 3 Febbraio 1979 Assessorato Territorio Ambiente Sicilia

*Ministero Interni Bilancio Isola Previsione 2009

*ABUSIVISMO EDILIZIO: Ordinanza AIELLO EMILIA

*LA CALLIOPE E GLI APPARTAMENTI

*Ambiente e qualita' della vita

*Dolce sentir come nel mio cuor

*ULTIMISSIME

*Regione Sicilia Disegno di Legge Trasparenza
*
Regione Sicilia Riordino Personale
*
Federalismo Fiscale legge 42/09
*
Almeno 200 comuni siciliani rischiano il commissariamento La Riforma degli A.T.O.
*
Regione Sicilia Disegno di Legge sulla Trasparenza
*
IL CORAGGIO DI DIRLO
*
LO SPORTELLO DEL CITTADINO DIRITTI DOVERI LEGGI ASSESSORATI GOVERNO
*
Comuni Inquinamento mafioso affaristico
*
Caro Signor "Sindaco" Professore Gaspare Portobello
*
EDILIZIA SENTENZE ABUSIVISMO LICENZE CONDONI ORDINANZE
*
ULTIMISSIME
*
Windshear
*
A.T.O. A.P.S. SERVIZI PRIVATIZZAZIONI ONERI E COSTI
*
ITALCEMENTI LAVORO SALUTE e SVILUPPO
*
ORRORE A MIDDLETOWN " Carnevale ...a Melilli
*
Licenze Edilizie in cambio di 30.000 euri ARRESTATI 2 ASSESSORI
*
Rifiuti Regione Comuni Raccolta differenziata Circ 16/09
*
Portobello/Cutino/Dionisi/Impartato/PALazzotto/Aiello…. Le affinità elettive
*Consulenze Comuni, denunce alla Corte dei conti

*IL CORAGGIO DI DIRLO
*
LO SPORTELLO DEL CITTADINO DIRITTI DOVERI LEGGI ASSESSORATI GOVERNO
*
Comuni Inquinamento mafioso affaristico
*
Caro Signor "Sindaco" Professore Gaspare Portobello
*
EDILIZIA SENTENZE ABUSIVISMO LICENZE CONDONI ORDINANZE
*
ULTIMISSIME
*
Windshear
*
A.T.O. A.P.S. SERVIZI PRIVATIZZAZIONI ONERI E COSTI
*
ITALCEMENTI LAVORO SALUTE e SVILUPPO
*
FATTI E MISFATTI DI ISOLA DELLE FEMMINE

*Rifiuti Regione Comuni Raccolta differenziata Circ 16/09
*
ABUSIVISMO EDILIZIO ordinanze: "Assessore" Aiello Paolo, Candidato Rappa Rosario, Puccio Giuseppe............
*Cutino Portobello Aiello Riso Guttadauro PALazzotto Giucastro Pomiero Bruno

*Interrogazione Persecuzione Politica contro Consigliere Orazio Billeci
*
Interrogazione Episodi tensione in Comune Razzanelli
*
Denuncia Omissione Atto Ufficio Segretario Comunale di Rinascita Isolana
*
Onestà, rispetto, impegno e politica

*IL GIUSTIZIERE DI ISOLA DELLE FEMMINE
*
Elezioni R.S.U Italcementi Isola delle Femmine
*Video PRG Isola
*
Circolo Luce del Sud
*Lombardo a Roma
*
Inchiesta sull´urbanistica, altri tre indagati
*
Il grande business dell'acqua
*
I Comuni Finanziati per Ripianare i conti Raccolta rifiuti
*48 'o muorto ca parla ... nel cimitero di Isola delle Femmine

*Rinascita Isolana Pubblici I redditi degli amministratori
*Isola delle Femmine l’isola dei ricchi e dei poveri?


*Porto Empedocle La Italcementi Potenzia l'impianto


*Obbligo per i Comuni Albo Pretorio telematico da Luglio 2010
*
Decreto Legge 194 del 30 dicembre 2009 - Proroga di termini previsti da disposizioni legislative (83,35 kB)
*Mediatrade, indagine chiusa. Il premier rischia il processo
*
Cuffaro condannato a 7 anni di reclusione
*
ANTONINO LO PRESTI
*
ANGELA NAPOLI
*Ho denunciato il pizzo Ora mi sento libero

*Cuffaro 7 ANNI Video
*
Acque Potabili Siciliane A.T.O Rifiuti
*
ATO IDRICO riequilibrio di bilancio 12/09
*ATO IDRICO Disservizi
*
Bando relativo a porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca
*
Corte dei Conti Spese per il Personale Patto di Stabilità
*Ecco il piano antimafia annunciato da Berlusconi, Maroni e Alfano ...
*Sentenza diritto accesso informazioni
*
L 69/2009 Art. 32. comma 5 Albo Pretorio in rete
*
Rinascita Isolana Pubblici I redditi degli amministratori
*
48 'o muorto ca parla ... nel cimitero di Isola delle Femmine
*
Enti locali slitta la riforma Calderoli
*
Economia in Sicilia Operai in Piazza
*Paesaggio, novità per l'autorizzazione a costruire
*
La Finanziaria 2010 è legge
*Isola delle Femmine: "Sindaco Portobello, la bugia è una mezza ... Il Vespro
*
FURNARI sette consiglieri si dimettono
*P.R.G. V.I.A. Decreto Legislativo 4/2008 Emendamento Sanatoria
*DECRETO 17 dicembre 2009:Proroga del termine per la deliberazione del bilancio di previsione per l’anno 2010 degli enti locali. Dec 30, 2009
gazzetta ufficiale
*Aggredito il PAPA
*
Finanziaria 2010: tutte le novità dalla A alla Z - Il Sole 24 ORE
*
Solidarietà al Cittadino Giuseppe Ciampolillo
*
BERLUSCONI e ISOLA DELLE FEMMINE
*
La vera storia di Don Gelmini Padre Jaguar
*
ACQUA: Proposta di legge dei Comuni e dei Comitati
*
Primo Piano RAI
*E’ immensa l’imbecillità
*
Bilancio: Bilancio previsione 2009 scioglimento CC Furci Siculo e nomina Cmmissario ad Acta
*
BERLUSCONI e ISOLA DELLE FEMMINE
*
Il Ministro Maroni Scioglie il Consiglio Comunale di Furnari per infiltrazioni MAFIOSE
*
Comuni sciolti per mafia
*San Giuseppe Vesuviano. Consiglio sciolto "incarichi e promozioni clienterali"
*
terzo prefetto silurato. Stavolta per antimafia
*
Variante PRG nel capoluogo. Legambiente ricorre al Tar
*
Mannino Angelo Bologna Stefano
*Il Sindaco Portobello mena per il naso i Cittadini di Isola delle Femmine
*4 dicembre
VENERDI' CONSIGLI COMUNALI CONTRO ATO IDRICO
*
Ato idrici, Menfi dice no alla consegna degli impianti ...
*
Acqua, oltre 40 Consigli Comunali siciliani per la proposta di legge
*
Montelepre, iniziative: “Acqua sei un tesoro, Ti Voglio Bere!”
*
LA SETE IN MANO AL PROFITTO – L’ACQUA PRIVATIZZATA CONTRO LA NORMATIVA EUROPEA
*Ordine del Giorno sulle infiltrazioni mafiose e la lotta alle mafie
*
ATL-CAMPOFRANCO-ISOLA DELLE FEMMINE
*
Isola delle Femmine I politici come la munnezza si riciclano
*
NO MAFIA A ISOLA DELLE FEMMINE
*
Giornalisti indagati non dichiarano le fonti
*
Intervista a Portobello sindaco di Isola delle Femmine
*
Commissione Inchiesta Regione Sicilia Wind Shear
*
IL SINDACO PORTOBELLO DICE SI ALL'ANTENNA DELLA MORTE
*La solitudine di un letto a tre piazze
*
Sindaco e Assessori Arrestati
*
Ho paura ma vado avanti
*
Pino intervista Gaspare
*
Arrestati il sindaco di Licata, assessore e vicepresidente del ...
*
Ho paura ma vado avanti
*Report Privatizzazione Acqua Lotta di Poteri
*
Pino Ciampolillo intervista il “Sindaco Prof Gaspare Portobello
*
Acque Potabili Siciliane il Punto......
*Relazione Rendiconto Acque Potabili Siciliane 9/09
*
Acqua ai privati, il governo pone la fiducia
*
L'acqua verso il privato Riforma a rischio stangata
*
SANATORIA Decreto AA BB CC (sblocca istanze)
*
MIMMO RACCUGLIA Arrestato 15 novembre 2009 video
*
IL Comune di Isola delle Femmine come il comune di FONDI ?
*
HO PAURA MA VADO AVANTI LA FORZA DI ANGELA Angel...
*Preso il numero 2 di Cosa nostra Raccuglia era latitante dal 1996 (16 novembre 2009)
*
Trapani, arrestato il boss Raccuglia "Era il numero due di Cosa Nostra"
*
Mafia, preso il boss Domenico RaccugliaMaroni: «È il numero due di Cosa Nostra»
*
ROS sequestrano 15 milioni di beni ai mafiosi tra Palermo Cinisi Carini Isola delle Femmine
*
Isola delle Femmine l'ampliamento del CIMITERO
*
Profumo di MAFIA a Isola delle Femmine?
*
IO non ho PAURA
*
Intervista a: Gaspare Portobello
*Palermo sequestrati alla mafia beni per oltre 2 milioni di euro
*
L’eredità di Ciancimino (di Michele Costa, figlio del procuratore Gaetano)
*
Massimo Ciancimino risponde all’avvocato Michele Costa
*
Massimo Ciancimino a BlogSicilia: "Non si può scegliere dove nascere ma come vivere sì":
*
Processo Mori, Massimo Ciancimino deporrà a gennaio
*
Palermo, carabinieri sequestrano beni per 15 milioni di euro
*
Ordinanza 67/R.O. 4.12.05 di Sospensione dei lavori
*
Che furbetto quel Brunetta
*
La cassazione dà una mano alla libertà di stampa
*Iran
L'Onda verde che non si arresta
*
Il 4 Novembre della Malasanità
*
STEFANO E LA FINE DELLA PIETÀ
*
“Il detenuto non si massacra davanti a tutti” (Audio dal carcere) ASCOLTA L'AUDIO
*
Epidemia misteriosa in Ucraina già 30 morti e in Italia? Tutto tace
*
COMMISSIONE edilizia potere politico e potere amministrativo
*
Turismo: pronte le direttive per alberghi e nautica da diporto
*
Il Tar del Lazio sconfessa la Prestigiacomo"Quelle nuove nomine sono illegittime"
*
Morta Alda Merini
*
Centri Commerciali Naturali decreto Proroga al 30.11.09
*
Centri Commerciali Naturali rinvio a novembre
*
Rifiuti Smaltimento "processo pirolisi"
*
D'Alema ringrazia Palazzo Chigi per il sostegno in Europa
*
L'Omicidio Di Napoli e L'indifferenza di.............
*
«Il video con Marrazzo dura 13 minuti Ci sono volti e voci che non vanno visti»
*
Mills, il paese di Alice senza meraviglia
*
Mills: in appello condanna confermata
*
Mills,corte d'Appello conferma condanna, "corrotto da Berlusconi"
*
Lodo Mondadori/ Fininvest: sospesa esecutività sentenza
*
DECRETO Assessoriale Isola delle Femmine Euro 7.945,42

*PESCA bando di gara decreto assessoriale

*Wind Shear: come è andata a finire? Report

*
Amantea, migliaia in piazza"Via i veleni dalla Calabria"
*
Calabria al veleno - Un’area radioattiva
*
AMANTEA grande manifestazione per la vita (le foto)
*
Sesso e politica, cinque domande sul caso Marrazzo. Un enigma da sciogliere, il ricatto senza mercede
*
"Sono mie debolezze private". Marrazzo cede e si autosospende. Pd soddisfatto
*Metti che… voglio fare l’estortore, occhio alla professionalità

*
Palermo come Kabul: è ufficiale. Alle comunali qualcuno ha imbrogliato …
*Wind Shear Ricorso al TAR del Comune di Isola delle Femmine

*Alghe Gestione Rifiuti Bilancio

* Bilancio Scioglimento Catenanuova

*
Brogli alle Comunali, quattro condanne
*
PALERMO, DURE CONDANNE: 4 ANNI E MEZZO PER I BROGLI ALLE AMMINISTRATIVE DEL 2007
*CASSAZIONE PENALE, SENTENZA N.28553/2009. Il mobbing del Direttore Generale giustifica anche le misure cauatelari.

*Relazione Commissione Parlamentare Antimafia 1985

*Brunetta: online stipendi dirigenti
*Cassazione Sentenza libertà di stampa
*
Il Ponte s'ha da fare… « NuovoSoldo.it
*
Enrico Di Giacomo » Blog Archive » MAFIA E POLITICA IN SICILIA ...
*
MilanoBit » MILLS: PROCESSO BERLUSCONI RIPRENDE IL 27 NOVEMBRE ...
*
Filippo Di Maria curava la casa di Scopello del senatore Antonino ...
*
Area a rischio ambientale, le indagini dell'Oms
*
Attentato incediario contro auto sindaco Borgetto LiberaMente
*
Borgetto, incendiata l'auto del Sindaco Fascio e Martello
*
Puc in Consiglio
*In risposta a Gibi: "quando ad aggirare un morto siamo noi".
*
Sciolto il consiglio comunale di Furnari
*
Mafia a Isola
*
HO PAURA ma…
*Filippo Di Maria curava la casa di Scopello del senatore Antonino Papania
*
P.R.G., PORTO, Messa in sicurezza Porto, P.U.D.M., procedura V.I.A./V.A.S., Isola delle Femmine
*Energia Europa Patto dei Sindaci

*Interrogazione Petcoke 2007
*
Petcoke e inceneritori

*Ispezione Antimafia al Comune di Carini
*
Operazione EOS
*
Pino Ciampolillo su Inchiesta su Sanità e Malattie oncologiche a Trapani : “Sindaco” Portobello La bugia è una ......
*
Quotidiano di Sicilia

*Casa Giovani Costi Mutui e Risparmio Energetico
*
Isola delle Femmine l’isola dei ricchi e dei poveri?
*
Arpa Sicilia e Italcementi ...
*A.T.O. A.P.S. SERVIZI PRIVATIZZAZIONI ONERI E COSTI
*
Agenzia Europea dell'Ambiente
*
ANCITEL - Comuni d’Italia
*
Assemblea regionale Siciliana
*
Blog Sicilia
*
Commissione Antimafia verbali 1995 XII legislatura
*
Comune Isola delle Femmine
*
Comuni Inquinamento mafioso affaristico
*
Comuni Trasparenza amministrativa anagrafe consulenze comunicazioni
*
Comunicati Regione Sicilia
*
Consulenze Comuni, denunce alla Corte dei conti
*
Demolire e Confiscare la legge c’è
*
Dolce sentir come nel mio cuor
*
Ecco il piano antimafia annunciato da Berlusconi, Maroni e Alfano ...
*
EDILIZIA SENTENZE ABUSIVISMO LICENZE CONDONI ORDINANZE
*
Energia Europa Patto dei Sindaci
*
EuroInfoSicilia
*
FATTI E MISFATTI DI ISOLA DELLE FEMMINE
*
Federalismo Fiscale legge 42/09
*Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana*Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana dal 1998*Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana
*
Giornale di Sicilia
*
Ho paura, ma vado avanti
*Il TAR annulla nuovamente l’aumento della Tarsu a Palermo
*I MIEI DIRITTI
*
IL CORAGGIO DI DIRLO
*
ll sindaco di Isola delle femmine Portobello nomina gli "esperti"
*
IL VENTO CHE ACCAREZZA ISOLA DELLE FEMMINE
*
IL VESPRO
*
Indagati Impiegati Ufficio Tecnico Comunale Componenti Commissione Edilizia Progettisti e Direttori Lavori
*
Isola delle Femmine Analisi post elettorale
*
Italcementi ARPA Comune Isola e Capaci
*ITALCEMENTI LAVORO SALUTE e SVILUPPO
*
L'elenco completo dei Comuni inadempienti 2008
*
L'istituzione delle Città metropolitane
*
Lo sportello del cittadino diritti doveri leggi assessorati governo
*
Massimo Troisi
*
Onestà, rispetto, impegno e politica
*Piano Regolatore Generale
*
Pino Ciampolillo
*
Pino Ciampolillo su Ordine del Giorno sulle infiltrazioni mafiose e la lotta alle mafie
*P.R.G. Avvisi di garanzia agli amministratori
*Pubblico impiego: estese le fasce di reperibilità in caso di malattia
*
Quotidiano di Sicilia
*
Radiomosaici Comunicati Regione
*
Regione Sicilia Disegno di Legge Trasparenza
*Regione Sicilia Riordino Personale
*
Regione Siciliana
*
Regione SiciliaTVWEB
*
Ricerca leggi,sentenza, cassazione
*
Rifiuti
*
Rifiuti Anticipazione dalla regione ai comuni prot 1452 19.1.10
*
Schede fotocopia e voti nulli ecco tutte le irregolarità
*
Sentenza diritto accesso informazioni
*
Sentenza 8 Consiglieri su 15 dimissionari Decadenza del Consiglio
*
Sentenza Surroga consiglieri Decadenza Consiglio Comunale
*
“Sindaco maneggione”
*Solidarietà al Cittadino Giuseppe Ciampolillo
*
Statuto Comunale Isola delle Femmine
*
T.A.R.
*T.A.R. Ciampolillo n 170/2010

*Teoria della Comunicazione
*ULTIMISSIME
*
Variante PRG nel capoluogo. Legambiente ricorre al Tar
*
vecchio forum di Pino Ciampolillo - Isola Pulita Il comitato ...
*
Video PRG Isola
*
Vittoria dei Consiglieri dopo la sfiducia al Sindaco
*
Windshear
*
Relazione Commissione Parlamentare Antimafia 1985
*
T.A.R.




Vi sono i FATTI che avvengono quotidianamente e che hanno delle ripercussioni sulla vita politica-amministrativa-sociale della nostra Comunità. Vi sono Persone Movimenti Partiti Associazioni… che raccontano,analizzano e descrivono questi FATTI. Vi sono persone gruppi “politici” che reagiscono negando i FATTI senza sapere che: Negare l’evidenza, è un brutto modo di vivere.
Il racconto di molti FATTI e situazioni drammatiche, la politica tende a negarne la loro veridicità. Alle nostre libere voci, alle nostre circostanziate denunce, non vengono mai contestati i FATTI ma si tende in maniera più o meno legale di impedire la possibilità di farci sentire.


“Voi mentite,…. non è vero quello che dite…. Isola delle Femmine è un'isola felice.. ” NON spiegano mai il perché.

Noi abbiamo provato a raccontare:

I FATTI E MISFATTI DI ISOLA DELLE FEMMINE

*Ma quanto mi costi? (con annessi e connessi)
*L'AFFAIR DELLA CALLIOPE Appartamenti ad amministratori?
*Comuni Sciolti per mafia aggiornato
*Il caso di Isola pulita approda in Antimafia
*Disposto il divieto di dimora per il comandante e il suo vice
*20 anni fa
*il blitz
*MA QUANTI SUPPORTER SOSPETTI ...
*Ospitava Alfano, donna in manette
*Sequestrato un cantiere abusivo un affare da cinquanta villette
*A Chi l' ha visto? la scomparsa dei Maiorana
*Isola, negli affari la chiave del giallo
*Il boss e il mistero di Isola
*Isola, stop al cantiere del mistero
*Isola, il 'no' a una ditta dietro il giallo
*Depistaggi e silenzi nel giallo di Isola
*Una donna nel mistero di Isola
*Giallo di Isola: un testimone ha visto il sequestro
*Un business da cinque milioni dietro la scomparsa dei Maiorana
*'Basta subire'. Una lettera svela il giallo di Isola
*Giallo Maiorana un mese dopo riemerge la pista dell' omicidio
*Dalla truffa milionaria alla fuga in cantiere la chiave del mistero La lite con i soci, il trasferimento delle quote e un dossier che non si trova Le indagini
*Una taglia per le ricerche dei Maiorana
*Traffico illegale dalla Germania sequestrate 76 automobili di lusso

*48 'o muorto ca parla ... nel cimitero di Isola delle Femmine
*Rinascita Isolana Pubblici I redditi degli amministratori
*BENI SPROPORZIONATI RISPETTO AL REDDITO

*Isola delle Femmine l’isola dei ricchi e dei poveri?

*Porto Empedocle La Italcementi Potenzia l'impianto

*Obbligo per i Comuni Albo Pretorio telematico da Luglio 2010

*Mediatrade, indagine chiusa. Il premier rischia il processo
*Cuffaro 7 ANNI Video

*Cuffaro condannato a 7 anni di reclusione

*Casa Giovani Costi Mutui e Risparmio Energetico
*Comuni Sciolti per mafia aggiornato

*Si va verso la sfiducia al primo cittadino

*Messaggio di fine anno del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
*Sindaco Giunta e Consiglieri Comunali sfiduciati

*Caro Signor Presidente del Consiglio Ragioniere Giucastro Signori Consiglieri e Signor Sindaco


FUORI LA MAFIA DALL'AMMINISTRAZIONE DELLA COSA PUBBLICA


Non permettiamo a mafiosi e parenti di mafiosi di riciclarsi con l'antimafia



Ø
Firma l'appello: Niente regali alle mafie, i beni confiscati sono cosa nostra

Scarica e stampa l'appello cartaceo e raccogli le firme contro la vendita dei beni confiscati alle mafie (67.67 KB).


Ø
Niente regali alle mafie, sabato 28 novembre l'Italia dice no alla vendita dei beni confiscati

Ø
"Chiediamo di bloccare l'emendamento sulla vendita dei beni confiscati"

Ø
I magistrati aderiscono all'appello contro la vendita dei beni confiscati


*Relazione Commissione Parlamentare Antimafia 1985

*Comuni Sciolti per mafia aggiornato
*Isola delle Femmine: "Sindaco Portobello, la bugia è una mezza ... Il Vespro
*FURNARI sette consiglieri si dimettono
*Caro Signor Presidente del Consiglio Ragioniere Giucastro Signori Consiglieri e Signor Sindaco
*Indagati Impiegati Ufficio Tecnico Comunale Componenti Commissione Edilizia Progettisti e Direttori Lavori
*Licenze Edilizie Crivello Crivello Costanzo Sorelle Pomiero Progettista geom Impastato Giovanni Amministratore
P.R.G. Avvisi di garanzia agli amministratori
*Licenze Edilizie in cambio di 30.000 euri ARRESTATI 2 ASSESSORI


COMMISSARIATO Beni confiscati



*Aziende
*Beni immobili
*Localizzazioni
*Tema: Beni confiscati criminalità
*Legge 20 novembre 2008, n. 15
*Legge regionale 3 maggio 2001, n. 6 art. 50
*Leggi regionali
PalermoTel. 091.338111Fax. 091.331309-338376 prefettura.palermo@interno.it
*Agenda incontri
*Protocolli e intese
*Relazione annuale 2008
*Scrivi al Commissario
*Relazione Commissione Parlamentare Antimafia 1985
*Comuni Sciolti per mafia aggiornato
«SI MUORE GENERALMENTE PERCHÈ SI È SOLI O PERCHÈ SI È ENTRATI IN UN GIOCO TROPPO GRANDE. SI MUORE SPESSO PERCHÈ NON SI DISPONE DELLE NECESSARIE ALLEANZE, PERCHÈ SI È PRIVI DI SOSTEGNO. IN SICILIA LA MAFIA COLPISCE I SERVITORI DELLO STATO CHE LO STATO NON È RIUSCITO A PROTEGGERE».


(Giovanni Falcone)


* Mediatrade, indagine chiusa. Il premier rischia il processo
* Cuffaro condannato a 7 anni di reclusione

* Cuffaro 7 ANNI Video

* Comuni Sciolti per mafia aggiornato
* Rito abbreviato Sentenza 333 C.C.

* Ordine del Giorno sulle infiltrazioni mafiose e la lotta alle mafie

*IL Comune di Isola delle Femmine come il comune di FONDI ?

*San Giuseppe Vesuviano. Consiglio sciolto "incarichi e promozioni clienterali"

*Il Ministro Maroni Scioglie il Consiglio Comunale di Furnari per infiltrazioni MAFIOSE
*Commissione Antimafia verbali 1995 XII legislatura
*Teoria della Comunicazione
*Massimo Troisi
*Pino Ciampolillo
*Pubblico impiego: estese le fasce di reperibilità in caso di malattia
*Schede fotocopia e voti nulli ecco tutte le irregolarità
*Giornalisti indagati non dichiarano le fonti

*Isola delle Femmine I politici come la munnezza si riciclano

*IN CARCERE DUE SINDACI E 8 ASSESSORI

*QUELLA BANDIERA SUL BALCONE DEL BOSS

*Mafia, anche un impresa edile tra i beni sequestrati a Lo Sicco

*Relazione Commissione Parlamentare Antimafia 1985

*Mannino Angelo Bologna Stefano

*NO MAFIA A ISOLA DELLE FEMMINE

*Profumo di mafia

*Letti e Segnalati
*Verità nascoste

*ANTONINO LO PRESTI
*ANGELA NAPOLI
*Ho denunciato il pizzo Ora mi sento libero

· Pizzo, bloccata la raccolta di Natale
· In manette il cassiere dei Lo Piccolo
· Pizzo, negozianti e boss a giudizio

*COMMISSIONE edilizia potere politico e potere amministrativo

*LiberaMente
*Isola Pulita scrive a Napolitano

*Profumo di MAFIA a Isola delle Femmine?
*IO non ho PAURA

*HO PAURA MA VADO AVANTI LA FORZA DI ANGELA Angel...
*Intervista a: Gaspare Portobello

*MIMMO RACCUGLIA Arrestato 15 novembre 2009 video

*Trapani, arrestato il boss Raccuglia "Era il numero due di Cosa Nostra"

*Preso il numero 2 di Cosa nostra Raccuglia era latitante dal 1996 (16 novembre 2009)
*Mafia, preso il boss Domenico RaccugliaMaroni: «È il numero due di Cosa Nostra»
*La rapida carriera del «veterinario»
*Un pentito, la villa e poi il blitz
*I lavori all'aeroporto di Punta Raisi nel mirino di Matteo Messina Denaro

*Gli affari di don Vito al Nord riaprono il fascicolo su Alamia
*MAFIA: CIANCIMINO, I PIZZINI DI PROVENZANO E IL CASO MAIORANA
*Palermo/ Ciancimino interrogato sulla scomparsa dei Maiorana ...
*Palermo, Ciancimino consegna i pizzini di Provenzano alla procura ...

*Ciancimino: «Provenzano consegnò le mappe del covo di Riina»

*ROS sequestrano 15 milioni di beni ai mafiosi tra Palermo Cinisi Carini Isola delle Femmine
*Palermo sequestrati alla mafia beni per oltre 2 milioni di euro

*Cosentino, inviata alla Camera richiesta di misura cautelare
*Fini, stop a Cosentino in Campania"Alle Regionali candidature trasparenti"

*L’eredità di Ciancimino (di Michele Costa, figlio del procuratore Gaetano)
*Massimo Ciancimino risponde all’avvocato Michele Costa
*Massimo Ciancimino a BlogSicilia: "Non si può scegliere dove nascere ma come vivere sì":
*Processo Mori, Massimo Ciancimino deporrà a gennaio
*Palermo, carabinieri sequestrano beni per 15 milioni di euro

*"Progettammo un attentato alla Dia"
*Dell'Utri, in aula deporrà SpatuzzaE la Corte interrompe la requisitoria

*Quando e' una donna a far tremare la mafia
*Consegnato il Papello originale di Riina

*Basta ''papelli'', basta condoni. - di Santo Della Volpe

*Mafia beni confiscati

*
Grasso: un filo lega le stragi della mafia
*
I Misteri del Papello
*
Odore di mafia
*
Falcone Giovanni la sua parola
*
Prefetto Mori sulla trattativa mafia-stato
*
Mafia Carini Capaci Isola delle Femmine e dintorni
*
Sequestrate slot machine, erano dei LO PICCOLO
*
ANNO ZERO: LO STATO TRATTO' CON LA MAFIA
*
MAFIA E APPALTI ARRESTI E SEQUESTRI TRA BORGETTO BALESTRATE CAPACI CASTELVETRANO
*
Italcementi. Calcestruzzi Cemento in odor di mafia?
*
Mafia Siino Italcementi e Comune Isola
*
Italcementi & Pubblica Amministrazione

*
La mafia si riappropria dei beni sequestrati attraverso aste giud
*
L´ipermercato e la mafia: condanne a raffica
*
MAURO ROSTAGNO I primi anni a Torino, con i genitori...
*
Minacce di morte a Sandro Ruotolo:
*
Ferraro: «Dissi a Borsellino dei contatti tra i carabinieri e Ciancimino»
*
La marcia del popolo delle Agende Rosse
*
Borsellino: ''Mafia e Stato hanno ucciso mio fratello''
*
La verità sulle stragi del '92 e del '93, secondo l'avvocato Cianferoni
*Ingroia: “Verità a un passo. Ma non tutti la vogliono”
*
Il papello di Riina. Borsellino: ''sto vedendo la mafia in diretta''

*Consegnato ai magistrati il papello di Riina
*
Borsellino sapeva della trattativa. *Ruotolo convocato dai magistrati di Palermo
*
La giustizia di facciata e le bugie del ministro
*
Massimo Ciancimino: ''Ho paura di essere ucciso''
*
Mani avanti! Cosa c'e' sotto?
*
Mafia e stato: a che punto siamo?
*
La verità sulle stragi del '92 e del '93, secondo l'avvocato Cianferoni
*
Intervista ad Antonio Ingroia: ''Strage di mafia ma restano delle zone d'ombra''
*
Il procuratore Lari: ''Non e' stata la mafia a far sparire l'agenda di Borsellino''
*
Motivazione sentenza Dell'Utri primo grado
*
La Trattativa ( 2 articoli )
*
Paolo Borsellino ( 14 articoli )
*
Giovanni Falcone ( 25 articoli )
*
Lo strano caso del comune di Fondi
*
L’ombra della mafia sui partiti nel Lazio
*
Mafia: Maroni, a Fondi si votera’ a marzo. opposizione, lo stato sconfitto
*Ispezione Antimafia al Comune di Carini
*Operazione EOS
*Pino Ciampolillo su Inchiesta su Sanità e Malattie oncologiche a Trapani : “Sindaco” Portobello La bugia è una ......
*Isola delle Femmine: "Sindaco Portobello, la bugia è una mezza ... Il Vespro
*FURNARI sette consiglieri si dimettono

COMBATTERE la mafia la criminalità organizzata sotto qualsiasi forma essi si presenti, è essenziale in un territorio come il Nostro tormentato dalla presenza di una mafia che quando non
UCCIDE gli uomini
UCCIDE le loro libertà,
UCCIDE le loro idee,
UCCIDE la libertà di impresa,
UCCIDE la libera concorrenza e cerca di far
TACERE tutte le voci scomode della politica dei magistrati dei giornalisti…
DICIAMO con grande forza alla politica e ai partiti di avere il CORAGGIO di CACCIARE via dal proprio interno TUTTI i mediatori di mafia che tengono ben saldo il legame esistente tra mafia e politica. Iniziamo con il rispetto delle leggi: che VIETANO la CANDIDABILITA' alle cariche elettive di tutte quelle persone indagate o condannate, a tutte quelle persone che hanno contiguità o rapporti di parentela con elementi mafiosi e malavitosi.
DICIAMO con grande forza NO alla candidatura di persone che hanno tratto vantaggio per sè la sua famiglia e per i suoi amici nella funzione di Amministratori.
PRONUNCIAMO con gran forza NO alla candidatura di persone che nel loro passato di Amministratori hanno usato il loro POTERE come mezzo di coercizione e di ricatto.
Un sindaco o un assessore, quindi, non possono fare favoritismi a vantaggio di figli, nipoti, parenti e amici, non solo in maniera diretta, ma neppure indiretta, facendo - per esempio - vincere appalti a ditte, a patto che poi queste assumano chi vogliono loro
La Suprema Corte, annullando una sentenza d'Appello, ha ordinato un nuovo rinvio a giudizio per tre amministratori, spiegando che ‘in tema di corruzione, l’atto d’ufficio, oggetto di mercimonio, non va inteso in senso formale, in quanto deve comprendere qualsiasi comportamento che comunque violi (anche se non in contrasto con specifiche norme giuridiche o con istruzioni di servizio) i doveri di fedeltà, imparzialità, onestà che devono essere osservati da chiunque eserciti una pubblica funzione